Home News Festa di Scienza e Filosofia 2013 Le aree tematiche: Scienza e Società

Le aree tematiche: Scienza e Società

2833
0
SHARE

Scienza e Società

di Pierluigi Mingarelli

È innegabile l’influenza reciproca oggi esistente fra Scienza e Società.

Una parte rilevante e ogni giorno crescente delle decisioni per lo sviluppo della scienza viene ormai presa dalle organizzazioni della Società. Gli scienziati non possono fare a meno di avere rapporti significativi per lo sviluppo della loro attività scientifica con il resto della società. Nello stesso tempo, la scienza entra sempre più nella vita quotidiana dei cittadini.

Le conoscenze scientifiche esercitano una influenza pervasiva sulla società di oggi, sono infinitamente più ampie rispetto a quelle di solo pochi anni fa, modificano alcune concezioni filosofiche, ne confermano altre e altre ancora ne fanno nascere.

La Scienza ha permesso all’umanità di inoltrarsi nella conoscenza dell’infinitamente grande della struttura dell’universo e nell’infinitamente piccolo dei componenti fondamentali della materia, ha messo a disposizione scoperte sulla nascita, sulla vita e sulla morte cellulare, ha reso possibili nuove cure per malattie incurabili fino a poco tempo fa, ha messo a disposizione strumenti per nuove forme di intelligenza, in primo luogo quella collettiva indotta dalla diffusione di Internet e dei social networks.

La Scienza è motore dello sviluppo e della competizione economica capitalistica e della supremazia militare di parti del mondo su altre.

Possiamo dire senza tema di smentita, che l’evoluzione della società, ad ogni livello, è sempre più influenzata dalle nuove conoscenze scientifiche.

La Scienza influenza anche quella che dovrebbe essere la connotazione fondamentale della Società moderna: la democrazia.

E dal dispiegarsi e realizzarsi della democrazia ne è a sua volta influenzata e indirizzata.

Dalla loro reciproca influenza e dalla sua qualità dipende la qualità della Società umana, come si può constatare nella storia del XX secolo e nei pochi anni del XXI secolo.

Le acquisizioni della Scienza, per essere tali, comportano forme democratiche di presentazione e discussione, se invece la Scienza è patrimonio di pochi, non influenza la democrazia e non ne è influenzata, diventa così fonte di nuova disuguaglianza e divisione anche traumatica e drammatica con il conseguente degrado qualitativo della società umana.

Se la Scienza contribuisce al benessere dell’intera umanità, confermando l’intuizione di Bacone sul suo valore e sulla sua importanza, determina non solo una continua modificazione del modo di pensare, cioè una continua riforma generale della filosofia, ma anche un continuo cambiamento della Società, attraverso il miglioramento delle condizioni di vita dell’uomo.

In questo caso la reciproca influenza con la democrazia si amplifica e con essa si eleva la qualità della vita sociale.

In ragione della reciproca influenza, le relazioni fra la Scienza e la Società sono diventate più strette, ma anche più complesse e il ventaglio delle problematiche sulle quali è ineludibile l’incontro fra Scienza  e Società  è molto ampio e variegato: dalla relazione fra Scienza e democrazia, alla utilità delle ricerche e delle esplorazioni cosmiche e delle altre ricerche avanzate,  dal trasferimento di conoscenze e tecnologie alla Società, alle motivazioni per le quali Scienza e Tecnologia suscitano paure e sospetti, dalla sostenibilità dello sviluppo, alla necessità della riunificazione fra cultura scientifica e letteraria, dalla necessità di ridefinire continuamente i rapporti fra Scienza e Filosofia nell’epoca attuale di predominio del capitalismo, al ruolo dell’uomo, attraverso la Scienza, nella Società.

La Scienza suscita oggi nella Società anche grandi dilemmi e grandi dispute culturali su temi come i cambiamenti climatici, gli organismi geneticamente modificati, le cellule staminali e la loro donazione, le nanoscienze e le nanotecnologie, le armi biologiche, l’uso degli animali negli esperimenti, l’energia nucleare, la difesa dell’ambiente, le implicazioni della genetica e delle neuroscienze sulla salute umana, nella giustizia e nell’industria farmaceutica e l’elenco delle controversie è ancora più lungo.

Molte di tali questioni nelle quali si articola il rapporto complesso, ma sempre più necessario, tra Scienza e Società, dal quale, peraltro, dipende tanta parte del nostro futuro, saranno affrontate dai relatori delle conferenze riferibili all’area Scienza e Società della IIIa edizione di Festa di Scienza e di Filosofia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here