Home Senza categoria La memoria

La memoria

741
0
SHARE

La memoria è una delle più importanti funzioni mentali, che consiste in un processo attivo di elaborazione e conservazione delle informazioni. Esistono tre depositi della memoria, tra loro collegati: la memoria sensoriale, con cui tratteniamo per pochi istanti le informazioni fornite dagli organi di senso; la memoria a breve termine, dove per breve tempo depositiamo informazioni utili in un certo momento, ma che poi possono essere dimenticate; la memoria a lungo termine, dove, grazie al processo di reiterazione, si depositano tutte le informazioni e le conoscenze che durano nel tempo, proprio perché utili a lungo. Vi sono poi vari tipi di memoria: quella procedurale, che conserva le informazioni relative alla abilità con cui si agisci (per esempio andare in bicicletta); quella dichiarativa, relativa a conoscenze e ricordi di cui possiamo dare una descrizione verbale; quella episodica, che ha per oggetto fatti o eventi che ci riguardano personalmente, e spesso ci toccano emotivamente; quella semantica, grazie alla quale ricordiamo il significato delle parole, i concetti, le formule ecc. Bisogna precisare che i dati possono essere memorizzati in modo consapevole (memoria esplicita) o inconsapevole (memoria implicita, che si applica a molti casi della memoria procedurale). La memoria funziona mediante la selezione degli elementi dei dati e delle esperienze che per il soggetto risultano più importanti; di questi egli solitamente trattiene gli aspetti più generali (astrazione), che vengono poi sviluppati e collegati con l’insieme delle informazioni possedute (interpretazione e integrazione). La perdita di dati o di ricordi è detta oblio. Non si tratta, come nel caso dell’amnesia, di una condizione patologica, ma di un fenomeno fisiologico: data la difficoltà nel gestire l’immensa quantità di dati che ci presentano, è naturale che le informazioni inutili o meno importanti siano eliminate.
Tra le teorie che spiegano il meccanismo dell’oblio vi sono quella della rimozione di S.Freud, che lo concepisce come un meccanismo di difesa dell’Io, e quella delle interferenze. E’ stato inoltre individuato anche un particolare fenomeno che riguarda la memoria, ossia la distorsione del ricordo. Per evitare la perdita di ricordi, si può allenare la mente, impiegando strategie di vario tipo, e organizzando i dati mediante associazioni categorie o schemi.

Alessandra Averardi