Home Breaking news A Norcia l’anteprima di Festa di Scienza e Filosofia

A Norcia l’anteprima di Festa di Scienza e Filosofia

119
0
SHARE

Ad anticipare la nona edizione della manifestazione sarà mercoledì 10 aprile nella città di San Benedetto l’appuntamento con il giornalista scientifico Piero Bianucci

Il Laboratorio di Scienze Sperimentali di Foligno ha scelto la città di Norcia per dare il via a Festa di Scienza e Filosofia. Nella città di San Benedetto, infatti, nella giornata di domani, mercoledì 10 aprile, alla vigilia dell’inaugurazione ufficiale della grande Festa culturale dell’Umbria, si terrà un’anteprima all’insegna della scienza. Protagonista indiscusso il giornalista scientifico Piero Bianucci, tra i relatori più affezionati della manifestazione. In collaborazione con l’Istituto omnicomprensivo “De Gasperi – Battaglia”, guidato dalla dirigente scolastica Rosella Tonti, il Laboratorio folignate ha infatti deciso di aprire a Norcia il dibattito sulle unità di misura del Sistema internazionale, che dal 20 maggio prossimo saranno ancorate a costanti universali della Natura. Ospitato al Salicone Best Western di Norcia Granaro del Monte, con inizio alle 10.30, l’evento avrà per titolo “Misurare l’Universo con l’Universo. 2019: come al tempo di Napoleone, una rivoluzione nel sistema delle misure”. 

È dalla Valnerina, dunque, che prenderà il via la nona edizione di Festa di Scienza e Filosofia che si aprirà poi ufficialmente nella giornata di giovedì 11 aprile. Prima però, nel pomeriggio di mercoledì 10 aprile, nella sala video dell’Auditorium San Domenico si ricorderà l’astrofisico folignate di fama internazionale, Paolo Maffei, a dieci anni dalla sua scomparsa. L’evento è promosso in collaborazione con il Lions Club di Foligno ed è in programma per le 16.30. 

Nella mattinata di giovedì 11 aprile, invece, Palazzo Trinci farà da sfondo all’ottavo convegno nazionale di medicina narrativa, dal titolo “Racconti di cura, racconti di malattia” in sinergia con l’Usl Umbria 2 e l’Osservatorio di medicina narrativa Italia. 

Poi, nel pomeriggio, alle 16, si terrà l’atteso taglio del nastro della manifestazione all’Auditorium San Domenico, dove – come da consuetudine ormai – si aprirà il dibattito scientifico ed umanistico che verterà, in questo 2019, sull’esplorazione della realtà. L’inaugurazione della nona edizione, dal titolo appunto “Evocare il mondo. L’esplorazione della realtà”, avverrà alla presenza – tra gli altri – della presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, e del sindaco Nando Mismetti. A fare gli onori di casa il presidente ed il direttore del Laboratorio di Scienze Sperimentali di Foligno, rispettivamente Maurizio Renzini e Pierluigi Mingarelli. 

Dopo i saluti istituzionali, primo relatore a parlare al grande pubblico sarà, alle 17 sempre nella sala Antonelli dell’Auditorium San Domenico, Umberto Galimberti con la conferenza “Come si è trasformato il mondo nell’età tecnica?”, seguito alle 18 dalla filosofa Nicla Vassallo. L’incontro, che avrà per titolo “Non annegare: conoscenza, ignoranza e scetticismo”, sarà introdotto dalla giornalista di Radio Rai, Anna Longo. La chiusura della prima giornata di Festa di Scienza e Filosofia sarà invece affidata a Piergiorgio Odifreddi. Altra presenza ormai storica della manifestazione folignate, il noto matematico accompagnerà il pubblico alla scoperta di Kurt Godel, il Dio della logica, lo stesso che la rivista “Time” ha definito “il matematico del secolo”. 

Un’edizione, quella ai nastri di partenza, che si avvarrà anche quest’anno di partner scientifici di prim’ordine, come il Consiglio Nazionale delle Ricerche, l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, l’Istituto Nazionale di Astrofisica, l’Agenzia Spaziale Italiana, l’Istituto Italiano di Tecnologia, il Gran Sasso Science Institute e l’Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica. E ancora l’Università degli Studi di Perugia, l’Università per Stranieri di Perugia e l’Ufficio Scolastico Regionale per l’Umbria.