Mostra La Chimica, Storia, Scienza, Società
Mostra didattica interattiva

La Mostra didattica interattiva: La Chimica. Storia, Scienza, Società è la prima di tre mostre dedicate alla Chimica, alla Fisica e alla Matematica, che il Laboratorio di Scienze Sperimentali ha inserito nei suoi programmi. Ha come finalità la diffusione, in modo semplice e diretto e con strumenti innovativi, dei fondamenti delle conoscenze scientifiche sulla composizione, la struttura e le trasformazioni della materia. Costituisce uno degli eventi principali della Festa di Scienza e di Filosofia – Virtute e Canoscenza 2018. È stata realizzata grazie alla partecipazione di moltissimi studenti con la guida del Comitato Scientifico. La mostra è finanziata dal MIUR, dal Comune di Foligno e dal Laboratorio di Scienze Sperimentali nell’ambito dell’accordo di programma previsto dalla legge 6/2000. Ha come sponsor prestigioso la Società Novamont Spa e come sostenitori scientifici il Piano nazionale per le lauree scientifiche e la sezione umbra della società Chimica italiana.

Pierluigi Mingarelli
Direttore Laboratorio Scienze Sperimentali Foligno

La ricerca scientifica e tecnologica è lo specchio di una delle caratteristiche fondamentali del genere umano: la curiosità. La Tavola Periodica degli Elementi rappresenta una delle vette più alte nel campo dello studio del mondo che ci circonda, una splendida sintesi delle nostre conoscenze sull’interazione di atomi e molecole per dare forma alla realtà. La struttura attuale della Tavola è il risultato dei contributi di molti scienziati e ricercatori e principalmente del chimico russo Dmitrij Ivanovic Mendeleev al quale ne è riconosciuta la paternità scientifica. Il prossimo anno ricorrerà il centocinquantesimo anniversario di quella che è una pietra miliare del pensiero umano. La Mostra La Chimica. Storia, Scienza, Società rappresenta un tributo a questa ricorrenza ed uno strumento per trasmettere il messaggio di quanto la Chimica sia una disciplina affascinante e spesso male interpretata.

Prof. Raimondo Germani, Prof.ssa Paola Sassi, Dott. Gabriele Pastori

Il percorso scientifico e culturale
Gli ambiti dell’esperienza della mostra

La tavola periodica: nella quale saranno presenti tutti gli elementi chimici, sotto forma di campioni reali, ad eccezione di quelli radioattivi o non disponibili, in modo da fornire all’utilizzatore e allo spettatore un contatto diretto con i “mattoni” dell’Universo;

Sezioni espositive e sperimentali: Le sezioni espositive riguarderanno elementi singoli o gruppi di essi, saranno costituite da attrezzature multimediali per la proiezione di immagini e di filmati e di informazioni su elementi e composti. Saranno realizzati esperimenti chimici che coinvolgeranno direttamente il pubblico o utilizzati campioni di materiali direttamente manipolabili.

Conferenze: La proposta scientifica viene completata e arricchita da una serie di conferenze che si terranno per tutta la durata dell’esposizione e che vedranno protagonisti scienziati ed esperti.

La Tavola Periodica
Una nuova idea didattica

La Mostra ha come elemento centrale una nuova forma della Tavola periodica degli elementi, non un poster affisso, ma una teca di 3m x 2m, che ospita campioni di quasi tutti gli elementi, ad eccezione di quelli radioattivi e di quelli non rappresentabili fisicamente.

La tavola è una struttura tridimensionale realizzata in Corian®, ogni cella è collegata ad un sistema digitale che permette a ciascun utente di selezionare tramite il dispositivo una cella, la quale si illumina mostrando il campione reale contenuto. L’utilizzo del dispositivo attiva anche un monitor e una teca olografica.

Elementi stampa 3D

Molti degli elementi contenuti nelle celle sono stati realizzati tramite stampa 3D su elaborazione degli studenti coinvolti nei laboratori di progettazione. Partendo dall’elemento chimico base sono stati riprodotti nella loro forma di utilizzo reale. Ogni campione riporta il numero della tavola periodica.

Teca olografica

La tecnologia olografica permette la straordinaria visualizzazione dell’elemento chimico riprodotto, materializzando in immagine l’elaborato tridimensionale fatto dagli studenti destinato alla stampa 3D.

Schermo olografico

Una volta selezionato l’elemento da dispositivo, si attiva un monitor in cui viene descritto l’elemento scelto, nelle sue caratteristiche chimiche, la modalità di utilizzo e la sua storia scientifica.

Conferenze di Anteprima Festa di Scienza e Filosofia 2018
Incontri di approfondimento

Raimondo Germani
Responsabile del PLS area Chimica Ateneo di Perugia

Il Prof. Raimondo Germani è ordinario di Chimica Organica presso il Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie dell’Università degli Studi di Perugia. Accanto alla sua attività di ricerca e didattica porta avanti da moltissimi anni anche un’attività di divulgazione scientifica. Come responsabile del Piano Lauree Scientifiche (PLS) di area chimica dell’Ateneo di Perugia organizza e gestisce diverse attività didattiche-divulgative rivolte agli studenti e ai docenti della scuola secondaria di secondo grado della Regione Umbria.

Sabato 7 Aprile 2018 ore 16.30
Laboratorio di Scienze Sperimentali – Foligno

L’Odore delle Molecole: I Profumi

Il senso dell’olfatto è il più misterioso e ancora il meno conosciuto dei nostri cinque sensi. I misteri dell’olfatto riguardano la complessità del sistema di rilevamento, che converte l’input fisico nell’immagine mentale che noi chiamiamo odore. Benché l’olfatto sia fondamentale per la vita dell’uomo degli animali a tutt’oggi, non sono ancora ben definiti quelli che sono gli odori primari su cui si basano le percezioni olfattive. Saranno messe in relazione le caratteristiche molecolari con la percezione olfattiva, e saranno illustrate le principali classificazioni degli odori. Per la sua importanza commerciale e sociale particolare attenzione sarà rivolta alla composizione dei profumi, e infine sarà presentata una breve carrellata delle principali molecole che caratterizzano alcuni odori familiari della vita quotidiana.

Nadia Balucani
Professore Chimica Generale e Inorganica all’Università degli Studi di Perugia

Nadia Balucani è professore di Chimica Generale e Inorganica all’Università degli Studi di Perugia ed è anche membro associato di INAF-Osservatorio di Arcetri e dell’Institut de Planétologie et d’Astrophysique di Grenoble (Francia).

Venerdì 13 Aprile 2018 – ore 18:00
Laboratorio di Scienze Sperimentali – Foligno 

La chimica nello spazio: dall’atomo di idrogeno alle molecole biologiche

Quando e come ha avuto inizio la chimica? La nucleosintesi primordiale dopo il Big Bang si è fermata agli elementi del primo periodo (H e He) con un pizzico di litio ed è stato necessario aspettare la prima generazione di stelle per avere, tramite la nucleosintesi stellare, gli altri elementi, compresi quelli necessari per sostenere la vita. In questa presentazione saranno ripercorse le tappe che hanno portato l’evoluzione chimica dell’Universo dall’atomo di idrogeno alle molecole biologiche.

Loredana Latterini
Professore associato in Chimica Fisica all’Università di Perugia

Latterini, è professore associato in Chimica Fisica presso l’Università di Perugia dal 2006. L’attività di ricerca del Prof. Latterini è stata caratterizzata da una continua evoluzione verso diversi aspetti del comportamento ottico di materiali. Negli ultimi anni, gruppo di ricerca della prof.ssa Latterini, si è specializzato nella sintesi e caratterizzazione di nanomateriali sensibili alla radiazione elettromagnetica. In particolare, utilizzando procedure di nanotecnologia vengono preparati nanomateriali con proprietà ottiche ed elettroniche determinate dalla dimensione e dalla morfologia e da un’opportuna funzionalizzazione chimica di superficie. Questa attività ha portato a numerose collaborazioni e riconoscimenti internazionali.

Sabato 14 Aprile 2018 – ore 16:30
Laboratorio di Scienze Sperimentali – Foligno

Viaggio sulla tavola periodica con i NANI (-materiali): quando la dimensione conta ed è visibile!

Quali sono gli elementi della tavola periodica che possono costituire i  nanomateriali? prendiamo confidenza con la nanoscienza e la nanotecnologia per comprendere e sfruttare gli effetti di dimensione sulle proprietà  di nuovi materiali.

Gabriele Pastori
Ricercatore

Gabriele Pastori si è laureato in Chimica presso l’università degli Studi di Perugia e nella stessa università ha conseguito il dottorato di ricerca in Scienze Chimiche. Dopo un periodo come assegnista di ricerca, si occupa ora di chimica industriale nel reparto Ricerca e Sviluppo della Prolabin&Tefarm. Da sempre è appassionato di storia della scienza e si dedica alla divulgazione scientifica. Ha collaborato con il Laboratorio di Scienze Sperimentali di Foligno e con numerosi altre organizzazioni alla realizzazione di dimostrazioni scientifiche per il pubblico.

Sabato 21 Aprile 2018 – ore 16:30
Laboratorio di Scienze Sperimentali – Foligno

L’Elemento Umano

La Tavola Periodica degli Elementi può essere vista anche come una serie di biografie: la storia della scoperta degli elementi chimici è ricca di aneddoti sorprendenti, così come la vita personale degli scienziati coinvolti. Ogni elemento nasconde storie umane, sociali e scientifiche che meritano di essere raccontate, perché hanno plasmato il mondo in cui viviamo, perché fanno parte delle nostre vite, anche quando non ce ne accorgiamo.