Experimenta – Laboratori scientifici

Niente nella vita va temuto, deve essere solamente compreso.
Ora è tempo di comprendere di più, così possiamo temere di meno.
Marie Curie

Experimenta è un contenitore di esperienze che consiste in una serie di exibth sia interattivi che dimostrativi che riguardano attività fortemente innovative sia scientifiche che tecnologiche. Mostre espositive, realizzate dagli/dalle alunni/e delle scuole, e quella interattiva sull’Artico del CNR delineano un percorso didattico stimolante e coinvolgente in cui è “vietato non toccare”. Laboratori e mostre si svolgono presso i gabinetti scientifici del laboratorio di Scienze Sperimentali o al palazzo della Scienza (palazzo Brunetti-Candiotti). Gli itinerari della conoscenza sono stati realizzati per essere percorsi da bambini/e, ragazzi/e e adulti che intendono provare il “coraggio di sapere” avventurandosi in territori poco noti.

I luoghi

Laboratorio di Scienze Sperimentali
Palazzo della Scienza (Palazzo Brunetti Candiotti)

Info

Tutti i laboratori sono aperti al pubblico e a ingresso libero
Prenotazione obbligatoria

Per le prenotazioni contattare il Laboratorio di Scienze Sperimentali tel. 0742 342598

28/ 29 Aprile
Lab. Scienze Sperimentali
15.30 – 17.00 (1° turno)
17.00 – 18.30 (2° turno)

Coding e Robotica a servizio della didattica

Il coding e la robotica educativa permettono di progettare percorsi didattici innovativi capaci di far emergere le diverse intelligenze e di coinvolgere lo studente in una esperienza di studio coinvolgente. L’introduzione di queste metodologie come strumento didattico consente di migliorare l’insegnamento e l’apprendimento di alcune discipline offrendo ai docenti nuovi mezzi per valorizzare le capacità di ogni studente. Durante il laboratorio scoprirai strumenti innovativi (da Playground ai Robot più diffusi, a Scratch), scoprirai come usarli e come integrarli alla tua esperienza didattica.

29 Aprile
Lab. Scienze Sperimentali
15.30 – 17.00 (1° turno)
17.00 – 18.30 (2° turno)

Realtà aumentata: una nuova tecnologia a scuola

La realtà aumentata è una tecnologia che fonde le immagini virtuali con il mondo reale mediante un dispositivo dotato di uno schermo, fotocamera e capacità di elaborazione (computer, telefoni cellulari, tablet, ecc).
Un Ambiente di Apprendimento con la Realtà Aumentata indica una serie di attività basate su di una specifica metodologia di apprendimento che combina la realtà aumentata e le tecnologie multimediali esistenti nelle aule, come la lavagna interattiva, i dispositivi mobili o la rete Internet.

28 Aprile
Lab. Scienze Sperimentali
15.30 – 17.00 (1° turno)
17.00 – 18.30 (2° turno)

Digital Storytelling

Il Digital Storytelling ovvero la narrazione realizzata con strumenti digitali (web, apps, webware). Come raccontare una storia, partendo dal racconto alle riprese con effetti speciali in modo da ottenere un prodotto costituito da molteplici elementi di vario formato (video, audio, immagini, testi, mappe, ecc…).
Un laboratorio pratico e divertente dove imparare a divertirsi in aula con i vostri studenti.

28 Aprile
Lab. Scienze Sperimentali
10.30 – 12.00
16.30 – 18.00

Social check dell’informazione

Nel corso del laboratorio ci sarà una piccola presentazione che riguarderà il tema della disinformazione online, delle bufale e delle fake news. Parleremo però anche di come l’informazione possa non solo essere falsificata, ma anche distorta e manipolata. Naturalmente introdurremo anche i possibili rimedi, tra cui l’approccio social di Polygree. Poi faremo un gioco con tutti i presenti, verificando in tempo reale un’informazione attraverso il portale www.polygree.com

28 e 29 Aprile
Lab. Scienze Sperimentali
28 Aprile 9.30 – 11.00
28 Aprile 11.00 – 12.30
29 Aprile 9.30 – 11.00
29 Aprile 11.00 – 12.30

Walking along the chromosomes

Ai partecipanti verrà proposto di ricostruire il cariotipo umano normale e patologico con cromosomi realizzati in carta per individuare le coppie di cromosomi omologhi. Nella seconda parte si partirà per un viaggio lungo i cromosomi umani, e il cammino sarà “segnato” dalla presenza di geni individuati da QR code leggibili con tablet o smartphone, dai quali si potrà accedere alle informazioni sui geni presenti in quelle localizzazioni, alle proteine da essi prodotte, e alle malattie causate dalle loro mutazioni.

28 e 29 Aprile
Lab. Scienze Sperimentali
28 Aprile 9.30 – 11.00
28 Aprile 11.00 – 12.30
29 Aprile 9.30 – 11.00
29 Aprile 11.00 – 12.30

Navigare sui genomi

Attività di laboratorio di bioinformatica: navigare sui genomi è diretta a studenti e docenti di Scienze della Scuola secondaria di secondo grado con la finalità di coinvolgerli in un percorso di ricerca “autentico” e con un approccio attuale e innovativo nei campi più avanzati della genomica e della medicina. L’attività di laboratorio informatico fornirà ai partecipanti conoscenze sulla struttura e l’organizzazione del genoma umano e di altri organismi. Inoltre insegnerà agli studenti come consultare le più importanti banche dati biologiche, alla ricerca di informazioni scientificamente corrette su geni, malattie, terapie ecc.

29 Aprile
Lab. Scienze Sperimentali
16.00

Impari, social learning. la scuola creata anche dagli studenti

Incontro con Luciano Pes che illustrearà ai docenti un nuovo strumento per la didattica.
Luciano Pes dirige il progetto IMPARI, un social learning che verrà presentato VII edizione di Festa di Scienza e Filosofia di Foligno. Autore di vari software nel campo della didattica, ha partecipato allo sviluppo di alcune piattaforme e-learning e, in collaborazione con Silvano Tagliagambe, dirige il consorzio non profit DISCET che si occupa di digitalizzazione e innovazione dei processi educativi.

28 e 29 Aprile
Palazzo della Scienza
28 Aprile 15.30
Dalla suggestione scientifica alla scrittura creativa
29 Aprile 15.30
Illustrare una fiaba
prenotazioni
Ivana Lorenzetti: 340.5214346

Laboratori… da fiaba

Cercansi adulti curiosi per divertirsi con le parole e altri segni e disegni e fare una magia: creare una fiaba inedita. La fiaba è un manuale di istruzioni antichissimo, ed è una delle espressioni più complete e più articolate dell’immaginario: si può leggere e ascoltare, si può inventare e scrivere, si può disegnare, si può drammatizzare.

28 Aprile
Palazzo della Scienza
10.30 – 12.00
17.00 – 18.30
prenotazioni
Cristina Casciola, 338.3504236

Le vie dell’acqua: mostra itinerante

La Scuola Secondaria di I° grado di Belfiore e Colfiorito propone quest’anno un lavoro legato alla conoscenza della Valle del Menotre e alla Palude di Colfiorito, finalizzato alla creazione di un sito internet dedicato a “Le vie dell’acqua”, in cui sono inseriti file multimediali relativi alle attività svolte dagli studenti durante i laboratori pomeridiani. Attraverso il QR code si potrà viaggiare in un parco di esperimenti scientifici per scoprire le proprietà dell’acqua, “precipitare” nei fenomeni legati alle rocce, immergersi nelle fresche cascate e magari incontrare viaggiatori del Grand Tour e pellegrini.

28/ 29/ 30 Aprile
Palazzo della Scienza
10.00 – 12.00
16.00 – 18.30

Zone umide ricchezze di biodiversità palude colfiorito

All’interno della corte di Palazzo Candiotti è stata realizzata la palude di Colfiorito con la tipica vegetazione lacustre corredata da pannelli esplicativi relativi all’ecologia, alla fauna, alla flora, ai prodotti tipici di
tutto Altopiano Plestino e alle emergenze storicoarchitettoniche.
Le specie selezionate delineano un percorso verde con lo scopo
di valorizzare tutti gli aspetti legati alla biodiversità di cui le zone umide ne rappresentano gli aspetti meno noti ma più significativi. Postazioni
interattive, curate dalle insegnanti degli Asili Nido del Comune di Foligno,
completano il percorso con esperienze sensoriali e attività relative alla narrazione.

L’impianto a verde è stato realizzato in collaborazione con:
l’Ass.to alle Risorse Agricole e
Forestali della Regione Umbria,
Umbraflor, Bazzica srl., Parco
Colfiorito, MAC Colfiorito.

28/ 29/ 30 Aprile
Palazzo della Scienza
10.00 – 12.00
16.00 – 18.30

Riduco riuso riciclo

La mostra è il risultato di un percorso biennale che ha visto le scuole impegnate sull’importante tema delle Materie Prime Seconde.
Con diverse modalità le scuole partecipanti, I.c. Foligno1 – Scuola Infanzia e Primaria S. Caterina, Scuola Infanzia Borroni, Scuola Infanzia “G. Garibaldi”, Istituto “E. Orfini” Direzione Didattica 3°Circolo-Foligno,
documentano percorsi innovativi di approccio ad un tema di estrema attualità nell’ottica dell’economia circolare. Quest’anno il percorso espositivo si arricchisce del contributo dei lavori, relativi allo spreco
alimentare, prodotti dalla FELCOS Umbria

28/ 29 / 30 Aprile
Palazzo della Scienza
10.00 – 12.00
prenotazioni
Rita Costanzi
335.5866695

Phyilosofy for children

I laboratori P4C propongono un’esperienza di dialogo collaborativo riflessivo volto allo sviluppo del pensiero complesso. Si rivolgono ai
bambini dai 5 ai 10 anni. Ai laboratori dai 5-6 anni sono ammessi un numero massimo di 10 bambini. Per i laboratori dei 7-10 anni il numero
massimo dei partecipanti è 15. Nelle giornate di Venerdì e Sabato il laboratorio è rivolto alle scuole e sono ammesse a partecipare intere classi
scolastiche. Le attività sono organizzate dagli Istituti Comprensivi Foligno 1, Foligno 3, Foligno5.

In collaborazione con
l’Associazione Crif
Centro Ricerche Indagine
Filosofica Foligno

28/ 29/ 30 Aprile
Palazzo della Scienza
10.00 – 12.00
16.00 – 18.30

#Wemakeit

La stampa 3D è l’evoluzione della stampa bidimensionale. Consente di creare un reale modello tridimensionale di un oggetto progettato con un software di modellazione o addirittura ricreare le fattezze di un elemento esistente rilevato con uno scanner 3D. Si tratta di un particolare processo di produzione, detto “additivo”, in grado di realizzare oggetti tramite la stratificazione successiva di materiali particolari.

28/ 29/ 30 Aprile
Palazzo della Scienza
10.00 – 12.00
16.00 – 18.30

La Crosta Terrestre: Uomini e Terre inMoto

Il laboratorio di Geologia si articola in tre parti.
Nella prima parte viene presentato il ciclo delle rocce ed effettuata un’esperienza pratica sul loro riconoscimento grazie anche all’ausilio del microscopio. Nella seconda si illustrano le principali deformazioni a cui è soggetta la Crosta Terrestre attraverso quattro dimostrazioni pratiche. La terza parte infine illustra come la superficie terrestre viene modellata anche dai processi esogeni attraverso l’utilizzo della realtà aumentata. Tale laboratorio nasce grazie alla collaborazione dell’Università degli Studi di Perugia (Dipartimento di Fisica e Geologia, corsi di laurea in Geologia) e dell’Associazione Geologia Senza Frontiere.

28/ 29/ 30 Aprile
Palazzo della Scienza
10.00 – 12.00
16.00 – 18.30

Trasformare il mondo. La chimica attraverso gli esperimenti

Gli esperimenti sono il modo più affascinante per avvicinarsi alla chimica e il Laboratorio di Scienze Sperimentali mette a disposizione dei visitatori l’opportunità di vivere in prima persona questa esperienza affascinante. Un chimico nel suo laboratorio assiste a trasformazioni che possono sembrare incredibili, ma anche nella vita di tutti i giorni siamo circondati da meraviglie che attendono solo di essere scoperte. Le dimostrazioni e gli esperimenti di Trasformare il mondo vi permetteranno di guardarlo con gli occhi di un chimico.

28 Aprile – 9 Maggio
Palazzo della Scienza
10.00 – 12.00
16.00 – 18.30

Artico, viaggio interattivo al polo nord

I cambiamenti climatici rappresentano oggi una sfida cruciale per il futuro del Sistema Terra e l’Artico è la regione del Pianeta in cui questi si manifestanopiù rapidamente che altrove.
Il riscaldamento globale ha un enorme impatto sulle superfici coperte da ghiacci, in particolare sulla formazione e l’estensione del ghiaccio marino, sul ritiro dei ghiacciai terrestri e sullo scongelamento
del permafrost. Questi fenomeni hanno conseguenza importanti sull’aumento delle superfici vegetate e della tundra, sulla vita degli animali e sull’intero ecosistema artico. Tutto ciò ha ricadute in termini economici, sociali e geopolitici che vanno ben al di là dei confini dell’Artico.Per questo l’Artico può essere considerato un grande laboratorio naturale per studiare questi processi. Attraverso installazioni fisiche e multimediali, esperimenti interattivi, apparecchiature scientifiche, ricostruzioni in scala, documenti, oggetti e immagini suggestive la mostra guida il pubblico alla scoperta dell’Artico, delle sue peculiarità e dei fenomeni osservati.

L’attrazione per le regioni polari per chi
vi è stato una volta è irresistibile.
Quel senso di assoluta libertà dello spirito,
quell’allontanamento da ogni cura di cose materiali
che non siano quelle indispensabili alla sopravvivenza,
quel perdere valore di idee, principi, sentimenti, così
importanti ed essenziali nel mondo civile.(…)
La legge umana che più non esiste e cede
il posto a quella della natura. (…)
Quella solitudine immensa dove ognuno
si sente re di se stesso.
Tutto questo una volta provato non lo si dimentica più
ed esercita un fascino al quale è impossibile resistere.

Umberto Nobile