Experimenta – Laboratori scientifici

Niente nella vita va temuto, deve essere solamente compreso.
Ora è tempo di comprendere di più, così possiamo temere di meno.
Marie Curie

Experimenta è un contenitore di esperienze che consiste in una serie di exibit che si svolgono, oltreché al Laboratorio di Scienze Sperimentali, in alcuni tra i più noti palazzi gentilizi della città e luoghi storici di Foligno che in futuro potrebbero interessare altre dimore in modo da individuare un innovativo e sperimentale Science Centre diffuso nella città. Le proposte sono state organizzate per essere usufruite da bambini, ragazzi e adulti che intendono provare “il coraggio di conoscere” avventurandosi su territori poco noti.

I luoghi

Laboratorio di Scienze Sperimentali
Palazzo della Scienza (Palazzo Brunetti Candiotti)
Palazzo Gentili-Spinola
Auditorium di S.Caterina
Palazzo Trinci
Ex-chiesa della S.S. Trinità in Annunziata

Info

Tutti i laboratori sono aperti al pubblico e a ingresso libero
Prenotazione obbligatoria

Per le prenotazioni contattare il Laboratorio di Scienze Sperimentali tel. 0742 342598

DOMENICA 15 APRILE

ex chiesa della S.S. Trinità in Annunziata

ore 11.00

La scienza raccontata da Edoardo Boncinelli ai bambini e alle bambine delle Scuole Primarie

Un eminente uomo di cultura, non solo scientifica, incontra bambini e bambine della città più che per dare risposte stimolarne domande in un rapporto dialettico continuo in cui le conoscenze pre-scientifiche dei/delle partecipanti si confrontano con i grandi temi della scienza e della filosofia del XXI° secolo. Un dialogo intergenerazionale pervaso da saperi complessi che per loro natura a volte sono indeterminati ma sempre capaci di stimolare riflessioni e conoscenze critiche.

15-16-17 APRILE

Palazzo della Scienza

ore 10.00/12.00 – 16.00/18.30

Bosco Umbro, giardino dell’Appennino

All’interno della corte di palazzo Candiotti è stato realizzato un bosco didattico con la tipica vegetazione della nostra regione. Le specie selezionate sia arboree che arbustive, autoctone o naturalizzate, delineano un tortuoso percorso verde che permette di valorizzare la biodiversità e fare esperienze sensoriali. Completa il suggestivo itinerario una struttura tridimensionale, che riproduce una sezione del territorio umbro, in cui sono state collocate specie vegetali distribuite secondo i tipici piani altitudinali. Una proposta per coniugare cognizione ed emozione.

L’impianto a verde è stato realizzato in collaborazione con l’Ass.to alle Risorse Agricole e Forestali della Regione Umbria, con Umbraflor e Bazzica srl.

15-16 APRILE

Laboratorio di Scienze Sperimentali

ore 9.30/11.00 – 11.00/12.30

Il fantastico mondo dei cristalli di lisozimai

CusMiBio propone un laboratorio di cristallografia dove gli studenti potranno sperimentare direttamente le tecniche che consentono di crescere cristalli da una soluzione proteica di lisozima. I cristalli verranno poi analizzati al microscopio ottico. I partecipanti, utilizzando postazioni online messe a disposizione nel laboratorio, impareranno a consultare il data base online “Protein Data Bank” contenente tutte le proteine a struttura nota, e ad analizzare e manipolare con programmi di computer grafica alcune strutture 3D di interesse per toccare con mano alcune delle applicazioni maggiori della biocristallografia per la medicina in 3D del futuro prossimo.

A cura della Prof.ssa Livia Pirovano

15-16 APRILE

Laboratorio di Scienze Sperimentali

ore 9.30/11.00 – 11.00/12.30

I nostri geni sulla bilancia – Il segreto nel corretto equilibrio

Il cariotipo è un collage di tutti i cromosomi di un individuo. I nostri geni sono distribuiti all’interno di 23 coppie di cromosomi e quindi, fatta eccezione per i geni situati sui cromosomi sessuali, in ogni cellula del nostro organismo ogni gene è presente in due copie. Rispettare il dosaggio genico e non perturbare questo delicatissimo equilibrio è fondamentale, come dimostrano le gravi conseguenze associate ad alterazioni del numero e della struttura dei cromosomi, la maggior parte delle quali sono incompatibili con la vita. Non abbiamo degli efficaci sistemi di compensazione attivabili in caso di sbilanciamento genico: avere una sola copia di un cromosoma non può essere compensata dalla over-espressione dei geni presenti sul cromosoma residuo, come dimostra il fatto che non esistono monosomie di autosomi compatibili con la vita. Ma anche avere copie in eccesso di un cromosoma è altrettanto deleterio: le rare trisomie che sono compatibili con la vita sono associate a sindromi malformative gravi e solo i soggetti con trisomia del cromosoma 21 raggiungono l’età adulta. Non ci deve stupire il fatto che non esistano meccanismi efficaci di compensazione del dosaggio genico. La regolazione della espressione dei geni, infatti, è gestita da una sofisticatissima rete di proteine che controllano in senso positivo e negativo l’attivazione dei geni. Per comprendere meglio tutto questo, scopriamo le tecniche utilizzate per ricreare il cariotipo umano, osserviamo al microscopio i cromosomi umani durante la metafase mitotica e analizziamo cariotipi normali e patologici mediante simulazioni.

A cura della Prof.ssa Cinzia Grazioli

SABATO 16 APRILE

Auditorium di S. Caterina

ore 15.30

Misurare l’incredibile velocità della luce in una stanza: storia e replicazione degli esperimenti di Foucault

Più noto per il famoso esperimento del pendolo che mostra la rotazione della Terra, Léon Foucault (1819-1868) fu anche il primo scienziato che riuscì a misurare l’elevatissima velocità della luce nel piccolo spazio di un laboratorio. Ciò dava finalmente la possibilità di confrontare le velocità di propagazione della luce in mezzi con differenti indici di rifrazione (aria e acqua) per rispondere a domande fondamentali che gli studiosi da tempo si ponevano sulla natura del fenomeno. All’epoca l’esperimento decise “crucialmente” a favore del modello ondulatorio e contro la rappresentazione corpuscolare della luce.
Lucio Fregonese e Matteo Galli del Dipartimento di Fisica dell’Università di Pavia presenteranno e ripeteranno dal vivo gli esperimenti di Foucault, illustrando anche diverse potenzialità per la didattica della fisica e della sua affascinante storia.

Lucio Fregonese – Matteo Galli

fregonese-galli
Lucio Fregonese

Laurea in fisica e PhD in Storia e Filosofia della Scienza all’Università di Cambridge (UK).
Professore associato confermato di Didattica e Storia della Fisica nel Dipartimento di Fisica dell’Università degli Studi di Pavia. Tiene i corsi di Storia della Fisica e di Storia delle Scienze. Ha prodotto diversi lavori soprattutto sulla fisica del 700 e su Alessandro Volta. Dal 2012 è Presidente della Società Italiana degli Storici della Fisica e dell’Astronomia.

Matteo Galli

Matteo Galli è professore associato di fisica della materia presso il Dipartimento di Fisica dell’Università degli Studi di Pavia, dove svolge attività di ricerca sull’interazione radiazione-materia ed emissione di luce in nanostrutture fotoniche per applicazioni in scienza dell’informazione e ottica quantistica. È membro della Società Italiana di Fisica e direttore scientifico dell’associazione Hypatiae Arte Scienza per la divulgazione della cultura scientifica e artistica.

15-16-17 APRILE

Palazzo della Scienza

ore 10.00/12.00 – 16.00/18.30

A scuola con i robot

Il mondo dell’automazione e dei robot in particolare sta sempre più prendendo piede nella nostra società offrendo agli studenti, la possibilità di apprendere, sviluppare e potenziare il “pensiero computazionale”, cioè quel tipo di modo di pensare che consente di “istruire” delle macchine affinché eseguano autonomamente determinati compiti in sostituzione dell’uomo. Il Laboratorio di Robotica Educativa della nostra Scuola consente l’approccio al mondo dei robot in maniera divertente ma rigorosa.

15-16-17 APRILE

Corte di Palazzo Trinci

ora 10.00/12.00 – 16.00/18.30

Mostra di coleotteri e lepidotteri italiani

Si espongono una serie di bacheche contenenti Lepidotteri e Coleotteri italiani. Tutti gli esemplari, perfettamente conservati, sono catalogati e determinati con il proprio nome scientifico e correlati da indicazioni sulla data e il luogo di raccolta.

A cura di Angelo Pennisi e Zerun Zerunian

15-16-17 APRILE

Palazzo della Scienza

ora 10.00/12.00 – 16.00/18.30

La scienza si fa donna

Un breve viaggio tra passato e presente per raccontare il contributo delle donne alla scienza.
Alcune di loro hanno ottenuto riconoscimenti prestigiosi, ma i nomi di altre rimangono nell’ombra perché queste donne si sono potute affermate solo in ambito familiare, lavorando per mariti, padri, fratelli, disposti a condividere le loro conoscenze.
Le donne scienziate del passato non venivano quasi mai citate in documenti ufficiali né in pubblicazioni scientifiche e i loro nomi sono quindi scomparsi.

15-16-17 APRILE

Palazzo della Scienza

ora 10.00/12.00 – 16.00/18.30

Riduco, Riuso, Riciclo

I lavori prodotti in forma multimediale dalle scuole: I.C. Foligno1, I.C. Foligno5, 3°Circolo Didattico-Foligno, I.I.S.S. E. Orfini – Foligno, I.T.E. F.Scarpellini- Foligno, Ist.Omnicomprensivo De Gasperi – Battaglia- Norcia, sono materiali elaborati al termine del corso di formazione, sulle Materie Seconde, a cui hanno partecipato i docenti delle scuole proponenti. I contributi multimediali pongono l’attenzione sul problema dei rifiuti ed in particolare sull’importanza del recupero di vetro, plastica e carta.

15-16 APRILE

Laboratorio Scienze Sperimentali

ore 9.00/10.0 0 – 11.00/12.00
16.00/17.30 (docenti)

Ologrammi fai da te

Esperienza che unisce attività manuali con le più innovative pratiche digitali.
Usando fogli di plastica, cartoncino nero, scotch è possibile ottenere un proiettore per ologrammi, sfruttando le possibilità offerte da smartphone e tablet.
In un momento di profonda e stimolante trasformazione tecnologica, la didattica si rinnova: materiale e digitale s’incontrano per offrire nuove esperienze di conoscenza e i dispositivi mobili mostrano la loro versatilità come ponte fra passato e futuro, grazie all’utilizzo di semplici app per il montaggio video alla portata di tutti.

A cura del Prof. Cesare Benedetti

15-16-17 APRILE

Palazzo della Scienza

ore 10.00/12.00 – 16.00/18.30

Luce e Vita

Le attività proposte in modo interdisciplinare riguardano Biologia-Chimica-Fisica che indagano con modalità diverse e contenuti differenti un unico argomento: la luce. Sarà possibile, indossando una particolare camera oscura, conoscere interessanti fenomeni ottici, mentre l’osservazione al microscopio di particolare “animalucola” fornirà conoscenze su un processo essenziale per la vita sulla terra: la fotosintesi. La cromatografia su carta offrirà l’occasione per scoprire, attraverso i colori, proprietà e caratteristiche delle sostanze organiche.

In collaborazione con i docenti  dell’I.C. Foligno 1, del 3° circolo didattico – Foligno ITE F. Scarpellini – Foligno, Istituto Statale di Istruzione Superiore R. Casimiri Gualdo Tadino

14-15 APRILE

Palazzo Gentili Spinola

ore 10.00/12.00 – 16.00/18.00

La Luce: Un gioco da ragazzi

Il progetto ha coinvolto tutti gli alunni della scuola alla scoperta della luce, delle ombre e dei colori dal punto di vista letterario, scientifico, filosofico e musicale. La mostra itinerante, corredata da pannelli esplicativi ed esperimenti, illustra, con animazioni teatrali e parodie, il percorso che in un intero anno scolastico gli alunni hanno intrapreso, viaggiando tra illusioni ottiche, fototropismo e la magia dei colori.

15-16-17 APRILE

Palazzo della Scienza

ore 10.00/12.00 – 16.00/18.30

#WeMakeIt

La stampa 3D è l’evoluzione della stampa bidimensionale su carta. Consente di creare un reale modello tridimensionale di un oggetto progettato con un software di modellazione (o addirittura ricreare le fattezze di un elemento esistente scansionato con uno scanner 3D). Si tratta di un particolare processo di produzione, detto “additivo”, in grado di realizzare oggetti tramite la stratificazione successiva di materiali particolari.

15 APRILE

Laboratorio di Scienze Sperimentali

ore 9.00/10.30 – 10.30/12.00

“Statistica…mente attiva”

L’Istat propone laboratori dedicati al tema della statistica sviluppati attraverso attività ludico-didattiche. Il gioco rappresenta un linguaggio privilegiato attraverso il quale è possibile, suscitando entusiasmo e passione, promuovere cultura e conoscenza scientifica, anche quella statistica. In particolare, i laboratori sono pensati per giovani studenti dai 6 ai 16 anni e comprendono cruciverba, “Gioco statistico dell’oca” (in collaborazione con il Post), Infografica “I Giovani in Europa”.

16-17 APRILE

Palazzo della Scienza

ore
16 Aprile
10.00/11.00 – 11.00/12.00
16.00/17.00 – 17.00/18.00
17 Aprile
10.00/11.00 – 11.00/12.00

P4C Phylosophy for children

I laboratori P4C propongono un’esperienza di dialogo collaborativo riflessivo volto allo sviluppo del pensiero complesso. Si rivolgono a bambini dai 5 agli 11 anni. I laboratori sono a numero chiuso. Ai laboratori dei 5-6 anni sono ammessi un numero massimo di dieci bambini. Per i laboratori dei 7-8 e dei 9-11 anni il numero massimo di partecipanti è quindici. Organizzati dagli Istituti Comprensivi Foligno1, Foligno3, Foligno5.

In collaborazione con l’associazione CRIF –Centro Ricerca Indagine Filosofica Foligno