Home Ambasciatori della Festa di Scienza e Filosofia Lettera ad Edoardo Boncinelli

Lettera ad Edoardo Boncinelli

2339
1
SHARE

Caro Edoardo Boncinelli,

i miei compagni di classe ed io abbiamo letto con le proff. di Biologia e di Lettere uno dei suoi libri “La scienza non ha bisogno di Dio”; l’abbiamo trovato molto interessante soprattutto perché sono stati trattati argomenti difficili in modo semplice, almeno per noi “addetti” ai lavori, che frequentiamo il Chimico Biologico presso l’Istituto Professionale “Orfini” di Foligno. Infatti, le confesso (e così entriamo nel merito del libro) che la prof. di Italiano ha cominciato a perdersi già dopo le prime 20 pagine… Però faccia finta che non le ho svelato questo segreto giovedì 2 maggio, quando la incontreremo a Palazzo Trinci, nell’ambito della Festa della Scienza e Filosofia. Già, perché con l’occasione spero tanto di poterla conoscere. So che il suo intervento si intitola “Le due culture”: sono forse quella umanistica e quella scientifica?

Ritornando al suo libro, il titolo è molto significativo, apparentemente sembra voler mettere la scienza al di sopra della religione, senza possibilità di discussione. In realtà il libro parte da una domanda, forse la più misteriosa che l’uomo si sia mai posta: cos’è la vita? E a seguire: chi ha creato la vita? La scienza dà una risposta diversa da quella dei religiosi.

Mi chiedo quale sia il suo rapporto con la fede. Il nuovo Papa Francesco è un chimico: vuol dire che la distanza tra Scienza e Chiesa si può colmare? Difficile, secondo me conciliare le due cose; non so come dire, la scienza la vedo come dei rami che si stagliano nel cielo, verso il futuro, mentre la chiesa mi fa pensare piuttosto alle radici. Ma forse sto parlando dello stesso albero…

La ringrazio di avermi dedicato un po’ del suo prezioso tempo nella lettura di queste mie riflessioni.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.