Home Press area Futura Festival gemellata con la Festa – Nota stampa

Futura Festival gemellata con la Festa – Nota stampa

1538
0
SHARE

Nota stampa di Futura Festival

futura

Dalle radici del presente alla ricerca del futuro
Futura Festival 2014, dieci giorni tra grandi ospiti e temi di forte impatto culturale

CIVITANOVA – Futura Festival 2014 è, nella sua seconda edizione, un viaggio tra passato, presente e futuro: quod fuit, quod est, quod futurum est, come Seneca definì nel De Brevitate Vitae le fasi dell’esistenza umana. Le sue sezioni hanno i nomi di grandi classici della letteratura, da cui partire per immaginare il domani tra radici storiche e
scenari possibili.
Grandi figure del pensiero e intellettuali di ogni settore, anticipando molti temi dell’Expo 2015, con alcuni dei principali protagonisti del lavoro preparatorio del prestigioso appuntamento mondiale, si confrontano sulle prospettive di un futuro che è già cominciato. Tante le sezioni previste in questa edizione 2014, diretta sempre da Gino Troli, ognuna legata ad un tema classico, rivisitato in una chiave di reinterpretazione alla luce dell’attuale dibattito culturale e delle varie discipline che si occupano di definire, ciascuna secondo il suo statuto e la sua epistemologia, le linee possibili del mondo di domani. Questi i titoli principali: Guerra e pace, Padri e figli/I vecchi e i giovani, Radici, Alla ricerca del tempo perduto, La buona terra/I nutrimento terrestri, Le città invisibili/Il
pianeta irritabile, The soft machine, Les mots et les choces, L’uomo in rivolta, Vaghe stelle dell’Orsa, Futura di marca.
A delineare il quadro degli ospiti – tra cui alcuni annunciati del calibro del filosofo Zygmunt Bauman, del sociologo George Ritzer e della ex ministro Maria Chiara Carrozza – e lo sviluppo dei temi del Festival sono nomi autorevoli e rappresentavi delle rispettive discipline di riferimento: il linguista Massimo Arcangeli, il biologo Edoardo Boncinelli, la giornalista ed editore Valentina Conti, lo scrittore Paolo Di Paolo, il critico letterario Filippo La Porta, il critico cinematografico e autore televisivo Italo Moscati. Importantissimo il gemellaggio con la Festa di Scienza e Filosofia di Foligno, che permette azioni comuni e progetti condivisi per promuovere gli aspetti artistici, storici, culturali, paesaggistici, ambientali, enogastronomici e artigianali del territorio e contribuire alla crescita collettiva. “Una collaborazione tra due manifestazioni – afferma il direttore artistico Troli – che simbolicamente uniscono gli aspetti tipici delle tradizioni e della cultura delle città di Foligno e Civitanova Marche. Grandissime le potenzialità di questa unione, dal punto di vista artistico, sociale ed economico”.
Futura ha una nuova struttura e un ambito cronologico di dieci giorni, dal 25 luglio al 3 agosto, con almeno tre fasce orarie quotidiane, sia pomeridiane che serali. Gli spazi sono quelli già individuati nella passata edizione, con alcune novità. La formula, anche quest’anno, prevede l’alternanza di lezioni, interviste, dibattiti, mostre e spettacoli. Futura è il Festival del Comune di Civitanova Marche, organizzato dall’Azienda Speciale Servizi Cultura e Spettacolo Teatri di Civitanova. Seguici su www.futurafestival.it e sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/FuturaFestival.