Home Press area IV Festa di Scienza e Filosofia, un successo nazionale

IV Festa di Scienza e Filosofia, un successo nazionale

1809
0
SHARE
Festa di Scienza e Filosofia di Foligno
Vittorino Andreoli alla Festa di Scienza e Filosofia di Foligno
Festa di Scienza e Filosofia di Foligno
Vittorino Andreoli alla Festa di Scienza e Filosofia di Foligno

FOLIGNO – Ben oltre 15mila presenze alla IV Festa di Scienza e Filosofia – Virtute e Canoscenza che si è conclusa domenica 13 aprile. Questi i dati dell’affluenza alle conferenze della manifestazione che fa incontrare il pubblico con i massini esponenti della ricerca scientifica e filosofica e della divulgazione culturale. Ai quali si aggiungono almeno altre 1.500 unità tra i visitatori dei laboratori e di altre attrazioni dedicati agli studenti o alle famiglie, dalle attività del Cus.Mi.Bio a quelle proposte da Eniscuola, dai visitatori del Planetario Digitarium dell’Inaf ai frequentatori del laboratorio scientifico “Gioco, provo, capisco” per bambini da 3 a 7 anni, di “Mattamatica” e così via. Una Festa che mai come prima ha saputo coinvolgere ampi settori della società, dai piccini agli adulti, da chi opera nel settore scientifico agli appassionati. Un dato su tutti: i nomi di maggior richiamo, quali Umberto Galimberti, Giulio Giorello, Edoardo Boncinelli, Massimo Cacciari, Vittorino Andreoli e Vito Mancuso, hanno registrato il tutto esaurito e tanti visitatori – rimasti fuori dalle sale – hanno assistito alle dirette streaming delle conferenze sia da palazzo Trinci che dalla Libreria Carnevali. In aggiunta, altre 500 persone da diverse parti d’Italia, impossibilitare a venire a Foligno, hanno seguito le conferenze online.
Una Festa che ha saputo richiamare visitatori da ogni parte d’Italia, circa un 30% delle presenze, stando ai dati provvisori, principalmente da Lazio, Marche, Toscana e da diverse regioni del Nord e Sud dello stivale, tra cui scolaresche, famiglie e giovani studenti. La Federalberghi Foligno nelle prossime ore fornirà i dati ufficiali delle presenze alberghiere. Altissimo il gradimento da parte dei partecipanti che, rispondendo ai questionari predisposti dallo staff della Festa, hanno confermato la qualità non solo dei relatori e dei temi trattati, ma anche dell’intera organizzazione.
«Dopo aver fatto per molti anni formazione nel Laboratorio di Scienze Sperimentali, abbiamo voluto uscire dal Laboratorio per intraprendere un’azione pervasiva di diffusione della cultura scientifica – il commento a caldo del prof. Pierluigi Mingarelli, direttore del LabScienze di Foligno – E dopo 4 anni di Festa di Scienza e Filosofia, questa si sta delineando come un’operazione di grande successo». «In questa Festa – prosegue Mingarelli – si sono alternati 63 relatori e 75 conferenze, interpretando spesso posizioni differenti l’una dall’altra. Ma in tutte queste conferenze c’è stato un tentativo di dialogo, di approfondimento, di ragionamento, di di tensione verso nuove forme del sapere e verso i nuovi interlocutori del sapere che sono i giovani».
Tra i punti di forza di questa edizione, oltre a un calendario ricchissimo, l’aver aperto antichi palazzi del centro storico sconosciuti agli stessi folignati e che si è riusciti a valorizzare grazie al personale di Coop Culture, inquadrando, così, i dibattiti scientifici nella cornice storico-artistica identitaria di Foligno. Insomma, la grandezza della manifestazione cresce di anno in anno e che si misura non solo dalle presenze di visitatori di fuori regione o dal successo mediatico, ma anche e soprattutto dalla capacità di saper coinvolgere e mettere in sinergia numerosi e diversi soggetti locali, per seguire un obiettivo comune: diffondere virtù e conoscenza. Oltre 100 le persone coinvolte, a vario titolo, nelle fasi di progettazione, organizzazione e svolgimento della Festa di Scienza e Filosofia, a partire dagli enti organizzatori che sono il Laboratorio di Scienze Sperimentali di Folign e Oicos Riflessioni, i dirigenti scolastici e l’Ufficio scolastico regionale dell’Umbria, i membri del comitato scientifico, le imprese, l’Asl Umbria 2, i collaboratori del Laboratorio tanti e di tutte le età, fino ai ragazzi dell’Ite “F. Scarpellini” indirizzo turistico che si sono occupati dell’accoglienza e quelli dell’Itt “L. Da Vinci” indirizzo informatico che hanno fornito assistenza tecnica nelle location della Festa. Un team sempre più ampio e affiatato che già in queste ore si sta mettendo a lavoro per organizzare la V Festa di Scienza e Filosofia.
A tutti questi soggetti il prof. Mingarelli rivolge i suoi più sentiti ringraziamenti e aggiunge: «Ringrazio in particolar modo la Regione Umbria e il Comune di Foligno, i sostenitori tradizionali come Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno e Casse dell’Umbria, gli storici partner Inaf e Infn ai quali si è aggiunto quest’anno Eni, un’azienda internazionale che dedicato attenzione a una città dove non ha insediamenti produttivi e riconosce questa Festa come un’iniziativa degna della sua collaborazione. Ringrazio anche S. E. Gualtiero Sigismondi, vescovo di Foligno, che al termine della terza edizione della Festa mi suggerì di inserire il punto di vista cristiano nella riflessione tra scienza e filosofia, e anche da queste indicazioni è nato il programma della IV edizione». Programma che, lo ricordiamo, ha trovato in Scienza e Fede una delle aree tematiche di punta, coinvolgendo esponenti di diverse confessioni religiose del mondo, insieme ai dibattiti sulle ultime acquisizioni dei cosmologi che confermerebbero che l’Universo si sia originato dal Big Bang, e le neuroscienze.
Il referente scientifico Edoardo Boncinelli quest’anno più che mai intende rimarcare che «questa è una Festa, non un festival. Sono contento che ci sia sempre questa atmosfera festosa». La “maratona” scientifico-filosofica ha visto anche la presenza del Futura Festival di Civitanova Marche a Foligno, a fronte del neonato gemellaggio. «Noi parliamo di futuro, voi a Foligno parlate di scienza e filosofia. Sono sicuro che costruiremo negli anni un rapporto molto stretto» commenta il direttore artistico di Futura Gino Troli. A proposito di gemellaggio, dal 25 al 3 agosto la Festa di Scienza e Filosofia si trasferirà a Civitanova Marche per promuovere le iniziative del Laboratorio di Scienze Sperimentali e il territorio folignate, nel quadro del Protocollo d’Intesa siglato dai sue Comuni.