Home In evidenza Scienza e tecnologia spaziali al servizio dell’umanità

Scienza e tecnologia spaziali al servizio dell’umanità

2147
0
SHARE

di Simonetta Di Pippo

Simonetta Di Pippo
Simonetta Di Pippo

Il 2015 rappresenta un anno decisivo per le Nazioni Unite. Oltre a celebrare il loro 70esimo anniversario, una serie di importanti decisioni nel corso dell’anno determineranno il futuro dell’organizzazione. In particolare, la decisione sul piano strategico mondiale volto alla riduzione del rischio connesso ai disastri naturali, risultato del Summit Mondiale a Sendai in Giappone del Marzo 2015, e le decisioni che verranno prese al Summit di settembre 2015 sui nuovi Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile. Ma il 2015 e’ anche l’anno del cambiamento climatico in quanto a decisioni strategiche delle Nazioni Unite, e molto ci si aspetta dai risultati dei negoziati della Conferenza delle Nazioni Unite sul cambiamento climatico, la cosidetta COP21, che si svolgera’ a Parigi a dicembre 2015, dove verranno gettate le basi per un approccio comune su come affrontare il cambiamento climatico che ci affliggera’ sempre di piu’ nei prossimi anni. Il successo di questi processi negoziali e delle azioni conseguenti su scala mondiale richiederanno e dipenderanno molto anche dall’uso di strumenti e approcci innovativi.
Scienza e tecnologia spaziali sono al centro di questi sviluppi e costituiscono strumenti efficaci e rivoluzionari al fine del miglioramento della qualita’ della vita sulla Terra. Le applicazioni spaziali gia’ guidano le nostre attivita’ giornaliere e giocano un ruolo fondamentale nei vari ambiti, i.e. governativi, privati e di natura economica.

Le attivita’ spaziali forniscono strumenti vitali nei settori dell’educazione, salute pubblica, gestione dei disastri, comunicazioni, sicurezza del cibo, diritti umani, solo per citare alcune aree preminenti, e sono divenuti una sorgente primaria per la crescita economica. L’utilizzo di applicazioni spaziali integrate per trovare soluzioni a grandi problemi sulla Terra diventa sempre di piu’ un obiettivo strategico, soprattutto nel settore della gestione del rischio da disastri al fine di salvare vite umane e rendere il territorio piu’ preparato ad assorbire le emergenze. Ma lo spazio rimane comunque un obiettivo di innovazione e progresso della conoscenza, che continua ad ispirare le nuove generazioni in un numero sempre crescente di paesi.

L’Ufficio delle Nazioni Unite per gli Affari dello Spazio Extra-Atmosferico (UNOOSA), fondato con l’obiettivo a lungo termine di portare i benefici delle attivita’ spaziali al servizio dell’umanita’, e’ posizionato al meglio per contribuire in modo sostanziale e su scala globale alla diffusione dell’uso di soluzioni disponibili per le sfide che la comunita’ internazionale deve oggi affrontare attraverso l’uso delle tecnologie spaziali, che non sono piu’ accessibili solo a pochi, ma anzi sono una realta’ dalla quale non si puo’ piu’ prescindere. Lo sviluppo economico, societa’ basate sull’utilizzo di sistemi spaziali, un piu’ ampio e frequente accesso ed utilizzo dello spazio, assieme ad un utilizzo sempre piu’ spinto delle attivita’ di cooperazione spaziale come strumento diplomatico, sono i pilastri fondamentali sui quali si basa la visione strategica di UNOOSA proprio in questa fase cosi’ importante per l’intera umanita’, alle prese con le grandi decisioni a protezione del pianeta Terra e per il suo sviluppo sostenibile.