Home News Festa di Scienza e Filosofia 2016 L’etologia incontra il grande pubblico con Claudia Bordese

L’etologia incontra il grande pubblico con Claudia Bordese

2532
0
SHARE

Biologa e divulgatrice sarà tra le grandi protagoniste femminili della VI edizione della “Festa di Scienza e Filosofia” di Foligno.

La scienza è parte imprescindibile del nostro vivere quotidiano. Ne è convinta la biologa e divulgatrice Claudia Bordese, che nel corso della sua attività professionale ha lavorato per avvicinare sempre di più il mondo della scienza a quello dell’esperienza giornaliera vissuta da ciascun individuo nel proprio piccolo. In particolare, la dottoressa Bordese ha realizzato nella divulgazione scientifica la sua passione per l’etologia, e quindi l’analisi del comportamento animale nell’habitat naturale, e la sua evoluzione nel corso del tempo. Studi e ricerche, quelli firmati da Claudia Bordese, che hanno trovato un loro spazio ed una loro dimensione all’interno della rivista “Piemonte Parchi”, mensile di informazione e divulgazione naturalistica sulle aree protette, pubblicato dalla Regione Piemonte a partire del 1983. Trentatré anni di storia, quelli della rivista, arricchiti dunque anche dal prezioso contributo della dottoressa Bordese attraverso gli oltre novanta articoli redatti. Articoli a cui hanno fatto poi seguito anche conferenze, corsi e seminari tenuti dalla stessa biologa, che nel 2008 ha deciso di portare la scienza, con ironia e rigore, al cospetto del grande pubblico. Compreso quelle delle scolaresche, che Claudia Bordese avrà modo di incontrare anche in occasione della VI edizione della “Festa di Scienza e Filosofia” di Foligno, in programma dal 14 al 17 aprile 2016. Due gli appuntamenti in cui la biologa e divulgatrice incontrerà le nuove generazioni, aprendo loro le porte dell’etologia appunto e dell’evoluzione. Venerdì 15 aprile Claudia Bordese siederà di fronte agli studenti in occasione della conferenza dal titolo “Con la truffa e l’inganno, breve storia naturale della menzogna”. La biologa tornerà poi in cattedra il giorno seguente, sabato 16 aprile, con un secondo incontro che verterà invece sul tema “Ti amo in tutte le specie del mondo”, un viaggio alla scoperta delle strategie riproduttive dei viventi e le implicazioni che la riproduzione ha anche nel vivere