Home News Festa di Scienza e Filosofia 2016 Mauro Capocci a Foligno per un viaggio nella medicina rigenerativa

Mauro Capocci a Foligno per un viaggio nella medicina rigenerativa

2444
0
SHARE

Partire da Prometeo per arrivare alle cellule staminali in compagnia del pubblico della “Festa di Scienza e Filosofia”

Cosa si intende per medicina rigenerativa? È uno degli interrogativi a cui risponderà Mauro Capocci, docente all’Università “La Sapienza” di Roma e tra gli ospiti dell’edizione 2016 della “Festa di Scienza e Filosofia” di Foligno, in programma dal 14 al 17 aprile prossimi. In una conferenza aperta al pubblico, in calendario per venerdì 15 aprile, il professor Capocci interverrà infatti sul tema “Medicina rigenerativa: da Prometeo alle cellule staminali”. Un viaggio nella storia, che prende il via dal mondo greco fino ad arrivare ai giorni nostri, toccando di fatto aspetti tra i più attuali della ricerca medico-scientifica. Aspetti che il professor Capocci ha affrontato anche nella sua attività professionale. Basti pensare al volume curato nel 2014 insieme a Gilberto Corbellini dal titolo “Le cellule della speranza”, lavoro dedicato al caso Stamina. Docente di storia della medicina e bioetica all’ateneo capitolino, il professor Capocci si occupa principalmente della più recente evoluzione medica, con particolare attenzione a quanto accaduto nel corso di tutto il Novecento. E tra gli argomenti principali delle sue ricerche rientrano proprio quella medicina rigenerativa e quelle cellule staminali di cui dibatterà anche a Foligno in occasione della VI edizione della Festa. I suoi studi vertono però anche su altri fronti, come la circolazione dei farmaci nel XX secolo e lo sviluppo della genetica. Numerosi gli scritti accademici a sua firma, pubblicati all’interno di riviste nazionali ed internazionali. Mauro Capocci, a Foligno, incontrerà anche gli studenti, sempre venerdì 15 aprile, infatti, terrà una conferenza dedicata alle scuole dal titolo “I ciarlatani di oggi. Imbonitori, scienziati e cattivi scienziati”.