Home Ambasciatori della Festa di Scienza e Filosofia I giovani, quale futuro?

I giovani, quale futuro?

1093
0
SHARE

Al giorno d’oggi, purtroppo, sempre più gente si ritrova senza un lavoro e di conseguenza senza abbastanza soldi per poter soddisfare le sue esigenze principali. Fino ad alcuni anni fa quando si lavorava gratis si parlava di volontariato.

Oggi,invece, ogni giorno le aziende cercano persone disposte a fare questo. La motivazione principale che ci invoglia a lavorare gratis è quella di aggiungere esperienze lavorative al nostro curriculum.

In questo momento di profonda crisi molti ragazzi infatti sono disposti ad accettare queste condizioni pur di avere la possibilità di trovare un lavoro ben retribuito.

Purtroppo però le persone non possono sopravvivere lavorando gratis e molti imprenditori non si rendono conto di questo.

Tantissimi ragazzi che vivono con la loro famiglia hanno la fortuna di poter essere mantenuti senza avere alcun tipo di spese e proprio questo gli permette di andare avanti; molti altri invece stentano a farlo rimanendo molto spesso indietro nei pagamenti.

In Italia purtroppo viene sottovalutato il potenziale dei giovani anche se si ha la consapevolezza che sono proprio loro a poter ridare il via all’economia poiché sono coloro che rappresentano il futuro del nostro Paese.

Proprio per questo motivo secondo me è da sottolineare l’importanza dei progetti di alternanza scuola-lavoro perché con essi viene data la possibilità ai ragazzi di entrare in contatto con il mondo del lavoro.

I giovani, inoltre, hanno anche più voglia di lavorare, più voglia di fare cose innovative e di dar via alle cosiddette “startup”, ovvero delle società che partono dal nulla e che in poco tempo, se con idee giuste, arrivano ad enormi profitti.

È quindi chiaro che al giorno d’oggi risulta semplicissimo trovare qualcuno disposto a farci fare esperienze in ambito lavorativo ma la cosa importante è valutare bene le proposte che ci vengono fatte cercando di ricavare il massimo da ognuna di esse.

Devo ammettere che anche io, essendo prossimo al mondo del lavoro, spesso mi chiedo cosa potrò fare una volta uscito da scuola e personalmente preferirei lavorare gratis piuttosto che non farlo, perché credo che tutto,poi, andrà a formare il mio bagaglio lavorativo dandomi magari l’iniziativa o l’esperienza tale da poter dar vita ad un’attività tutta mia.