Home Ambasciatori della Festa di Scienza e Filosofia La natura come business

La natura come business

955
0
SHARE

L’uomo fin dalla sua prima apparizione sulla Terra ha utilizzato le ricchezze offerte dalla natura come alberi, rocce, fiumi, minerali. Nel corso dei secoli, però, questo utilizzo si è trasformato in un vero e proprio abuso andando a stravolgere o addirittura a spezzare i suoi equilibri interni. Effetto di tutto ciò sono le terribili catastrofi naturali che possiamo percepire con i nostri sensi o vedere per la televisione come l’innalzamento della temperatura, lo scioglimento dei ghiacciai, lei piogge acide, ecc. Non si può continuare a modificare i vari equilibri naturali, anzi, si deve intervenire al più presto per limitare i danni già fatti e impedire di farne altri. Questo intervento a favore dell’ambiente implica di limitare al massimo l’inquinamento e sfruttare al meglio le risorse naturali nel pieno riguardo di quest’ultima. Il cambiamento non è sinonimo di fallimento ma di miglioramento. Il rapporto GreenItaly ha messo in luce che l’ambiente viene sempre di più considerato come un business e non come un “ostacolo”, infatti le imprese italiane che abbracciano la produzione ecosostenibile sono in aumento nonostante la crisi. La green economy interessa tutti i settori produttivi, dalle grandi alle piccole industrie che colgono al volo l’occasione per creare nuove competenze che distinguano l’impresa dai concorrenti. Per l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) l’innovazione oltre a diminuire i danni ambientali potrebbe far aumentare i posti di lavoro. Le imprese italiane non sembrano arrendersi alle difficoltà e alle nuove sfide che le attendono, rispondendo con scelte strategiche che guardano al futuro e continuando a investire sulla green economy per essere all’avanguardia e competitivi. Tutto ciò sembra trovare un riscontro positivo nella società e nei consumatori. La green economy è un filo conduttore che lega tutto il made in Italy, toccando diversi settori di punta. E’ strettamente legata al concetto di qualità, collegata allo stile italiano. Questo tema non solo tocca le industrie ma anche la popolazione italiana. I vari problemi ambientali preoccupano quasi quanto quello della crisi economica. Negli ultimi anni infatti numerose famiglie italiane hanno iniziato a fare la raccolta differenziata, al riuso di mobili e vari oggetti. Le imprese dovranno ripensare le proprie strategie, secondo principi sempre più basati sul rispetto dell’ambiente e sulla conservazione delle sue risorse, da considerare come una condizione indispensabile per il benessere dell’umanità. La strada è ancora lunga ma ciò non deve spaventare. Aiutare la nature è un nostro dovere, è un bene prezioso e come tale va tutelato e rispettato.

SHARE
Previous articleGreen is the new Black
Next articleSalviamo la terra
4BS - Liceo Scientifico "G. Marconi" Foligno