Home Ambasciatori della Festa di Scienza e Filosofia Il futuro in mezzo a noi

Il futuro in mezzo a noi

807
0
SHARE

Leggendo l’input di questa settimana, ho provato ad elaborare diversi spunti che elencherò qui di seguito. Non è sempre facile trattare d’innovazione: anche se le idee sono tante, resta sempre difficile immaginare come realizzarle. Molto spesso esse rimangono soltanto buoni propositi o utopie. Ciononostante, devo dire che sono rimasta molto soddisfatta del progetto ambasciatori: ho trovato il suo approccio, attraverso l’utilizzo di media digitali, veramente innovativo e i temi affrontati sono stati interessanti e stimolanti.
Se provo ad immaginare la Festa di Scienza e Filosofia, mi immagino soprattutto un luogo dove si possa guardare avanti, al futuro. Questo sia attraverso conferenze, magari sui temi più attuali, come ad esempio l’ambiente e l’alimentazione, sia mostrando nuovi progetti ed invenzioni. Ma per me, prima di tutto, lo scopo deve essere quello di creare un ambiente stimolante, in grado di coinvolgere l’intera cittadinanza e di far percepire l’importanza per l’uomo sia della scienza che della filosofia. E perché non introdurre anche uno spazio dedicato ai più piccoli, come ad esempio giochi, laboratori interattivi, esperimenti guidati? In questo modo anche le famiglie potranno passare dei bei momenti e, magari, i bambini resteranno positivamente colpiti da ciò che vedranno.
D’altra parte, per quanto riguarda lo svolgimento del progetto sino a questo punto, non ho potuto fare a meno di notare alcune cose e di ricavarne alcuni consigli: per esempio, forse sarebbe stato meglio proporre più attività differenti tra loro, per far aderire al progetto un maggior numero di studenti. Credo che, infatti, molti siano stati scoraggiati dalla natura delle attività, ovvero lo scrivere e fare ricerca. Invece, ampliando la varietà di attività, viene data un po’ a tutti la possibilità di esprimersi creativamente. Inoltre, forse sarebbe stato meglio dare scadenze più larghe per eseguire i compiti assegnati: le settimane passano celermente, gli impegni non sono mai pochi e non sempre si riesce a dedicarsi ai progetti come si vorrebbe. Mi è sembrato anche di notare una scarsa visibilità del blog: magari il lavoro degli alunni richiede una maggior rilevanza sul sito della festa oppure una maggiore pubblicità. Per noi studenti impegnati nel progetto potrebbe anche essere utile un’app, magari con delle notifiche, per poter rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie relative alla festa. Può succedere di dimenticare di guardare il sito! Nell’applicazione, se possibile, si potrebbe anche includere una chat dedicata alla condivisione, tra docenti ed alunni, di esperienze ed opinioni sulle tematiche affrontate. Purtroppo, in classe, i rapporti tra docenti ed alunni rimangono spesso distaccati. Invece potrebbe essere proprio utile per la crescita dei ragazzi potersi confrontare anche su argomenti non legati alla scuola.
Detto questo, mi auguro di rivedere l’iniziativa anche negli anni a venire, animata dallo stesso proposito di impegnarsi per il futuro, e sono sicura che la festa si svolgerà nel migliore dei modi.