Home Ambasciatori della Festa di Scienza e Filosofia Atomi come fondamento del mondo

Atomi come fondamento del mondo

2323
0
SHARE

Nel mondo greco, il primo a concepire il mondo come costituito da pochi mattoni fondamentali fu Democrito con la sua teoria dell’atomismo.
Secondo Democrito tutta la realtà è costituita da atomi che si muovono incessantemente nel vuoto.
Questi atomi sono particelle elementari, indivisibili che differiscono fra loro solo per caratteristiche quantitative.
La nascita, la trasformazione e la morte di tutto avviene proprio grazie all’ incessante movimento di aggregazione e disgregazione di questi atomi.
Questa idea meccanicistica di Democrito si affermò però molti secoli dopo ed è tutt’oggi avvalorata dalla scienza moderna.
All’inizio del XIX secolo John Dalton rielaborò e ripropose la teoria di Democrito fondando la teoria atomica moderna, con la quale diede una spiegazione ai fenomeni chimici. Propose una legge secondo la quale le diverse quantità in peso di un elemento che si combinano con la stessa quantità di un altro elemento per formare composti diversi stanno tra loro in rapporti esprimibili mediante numeri interi piccoli (legge delle proporzioni multiple), ipotizzando quindi che la materia fosse costituita da atomi.
Ad oggi l’atomo è ancora concepito come l’unità fondamentale del tutto, ma la concezione odierna non vede più l’atomo come indivisibile, ma ne sono stati individuati i costituenti subatomici: i protoni, i neutroni e gli elettroni.
La teoria atomica odierna è dunque quella teoria secondo la quale tutta la materia è costituita da unità fondamentali chiamate atomi.

Flavia Ricciardi

SHARE
Previous articleL’atomismo nei secoli
Next articleL’atomismo