Home Ambasciatori della Festa di Scienza e Filosofia Generazioni a confronto

Generazioni a confronto

35
0
SHARE

Cara Greta

Ai giorni d’oggi è difficile a credersi, eppure ricordiamo un tempo in cui non si sapeva neanche cosa fosse la sostenibilità ambientale, un tempo in cui l’interesse per la natura si limitava ai documentari di Geo & Geo e alle domeniche al parco.

In quel tempo infatti viveva una generazione di persone che non si era mai posta il problema dell’ambiente e dei cambiamenti climatici, di persone che buttavano tutto quello che c’era da buttare ovunque capitasse, che consumavano tutto quello che si poteva consumare senza nessun’altra considerazione che per il loro interesse personale.

Non si trattava di persone malvagie. Si trattava dei nostri genitori e nonni, la cui colpa è stata quella di non aver ancora capito quanto fosse delicato l’ecosistema di cui facciamo parte.
Oggi sarebbe impensabile, per molti di noi, gettare la plastica nell’organico.

Ieri la spazzatura scompariva come per magia nel momento in cui entrava nel cassonetto e non esisteva neanche il pensiero di quello che si poteva fare per difendere la natura soprattutto perché, in parole semplici, si pensava di essere “troppo piccoli” per poter fare la differenza. Ma ci sbagliavamo.

Te fai della generazione Z, e per quanto molti continuino ad attaccarti accusandoti di venire manovrata, poco importa, perché il tuo volto, a differenza di tanti altri, è riuscito a smuovere le acque ai piani alti del nostro pianeta.

MICHELANGELO FANCELLI
5as Liceo Scientifico G. Marconi (Foligno)