Dal 22 al 25 aprile torna “Festa di Scienza e Filosofia – Virtute e Canoscenza”!

Edizione on line nei nostri canali

Ripensare il futuro

La prossima edizione di Festa di Scienza e di Filosofia – Virtute e Canoscenza si terrà da 22 al 25 aprile 2021; sarà la X edizione. Sarebbe stata l’XI se la terribile pandemia non avesse reso necessari due rinvii. Sarà un’edizione totalmente on line, realizzata adottando una nuova modalità, basata sull’organizzazione di una Web tv, un formato innovativo anche rispetto al panorama degli eventi online trasmessi su Internet; un ulteriore passo in avanti nell’utilizzo delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione nell’ambito delle attività del Laboratorio di Scienze Sperimentali di Foligno.

Non era certamente scontato che una iniziativa culturale sul rapporto fra Scienza e Filosofia, organizzata da un’Associazione di volontariato in una città come Foligno, che conta circa 60.000 abitanti, con una marginale presenza di corsi universitari raggiungesse questo risultato. Ciò dimostra quanto grande sia l’interesse dei cittadini verso problemi che riguardano il proprio corpo, il proprio modo di lavorare, di comunicare, di ragionare, in definitiva la propria vita.

Festa di Scienza e di Filosofia – Virtute e Canoscenza è promossa e organizzata dall’Associazione Laboratorio di Scienze Sperimentali – O.D.V., una Associazione di 24 scuole, della cui compagine sociale fa parte anche l’Università per Stranieri di Perugia, in collaborazione con il Comune di Foligno, con la Regione Umbria e l’Associazione Oicos riflessioni. La denominazione “Virtute e Canoscenza” è un omaggio a Dante, al desiderio dell’uomo di conoscere il nuovo, un omaggio tanto più doveroso nella ricorrenza dei 700 anni dalla morte. È anche un omaggio alla prima edizione a stampa della Divina Commedia, realizzata a Foligno nel 1472.

È stato mantenuto come tema centrale della riflessione: Ripensare il futuro, il medesimo di quello scelto per l’edizione del 2020. La diffusione della pandemia, i rischi per la salute di ciascuno, i decessi di tanti uomini e donne, la constatazione di sistemi sanitari inadeguati, le difficoltà economiche anche in paesi sviluppati, il persistere di conseguenze e minacce dei i cambiamenti climatici hanno rafforzato in modo tanto eclatante quanto impellente la necessità di cambiamento.

Si può obiettare che l’uomo si è sempre posto domande sul suo futuro. Oggi, dopo la diffusione della pandemia e la lotta del mondo per debellarla, proprio perché le domande sono più frequenti e diffuse e sono diventate affermazioni, è tempo di costruire le risposte.
In questo anno di pandemia, la Scienza ha acquistato una importanza fondamentale, come strumento per costruire e rafforzare il ragionamento razionale e il pensiero critico dei singoli, ma anche come strumento della decisione democratica, imparziale, efficace delle istituzioni a cui sono capo le fondamentali competenze che riguardano l’individuo, la società, il pianeta Terra.

Anche nella decima edizione di Festa di Scienza e di Filosofia – Virtute e Canoscenza il tema sarà affrontato seguendo il filo conduttore: la Scienza consente non solo di spiegare ciò che avviene attorno a noi, nel microcosmo e nel macrocosmo, ma anche di cambiare il nostro modo di produrre, lavorare, spostarci e viaggiare, acquistare, comunicare, plasmando il modo di vivere e di pensare.
La Festa di Scienza e di Filosofia – Virtute e Canoscenza sarà dunque, ancora una volta, un appuntamento per studiare il presente e guardare al futuro con l’ottimismo del sapere: quel futuro che l’uomo può prevedere soltanto con gli strumenti della conoscenza.

Festa di Scienza e di Filosofia – Virtute e Canoscenza si avvale di un Comitato di referenti composto da quattro autorevoli personalità della Cultura italiana:

  • Prof. Edoardo Boncinelli, fisico, genetista di fama internazionale, filosofo, grecista
  • Prof. Roberto Battiston; fisico docente di Fisica sperimentale presso l’Università degli
    Studi di Trento
  • Prof. Silvano Tagliagambe, professore emerito di Filosofia della Scienza
  • Prof. Massimo Arcangeli, linguista, critico letterario, sociologo della comunicazione

Nel giugno 2020 è venuto a mancare il prof. Giulio Giorello, filosofo della Scienza, matematico, referente di Festa di scienza e di Filosofia fin dalla prima edizione.

Il tema, Ripensare il futuro, sarà sviluppato nell’ambito di conferenze individuali, ma anche attraverso
numerose tavole rotonde, riferibili alle seguenti aree:
1. Economia e Equità
2. Democrazia e formazione dell’individuo;
3. Scienza, Teologia, Sapienza.
4. L’Uomo, la Società, la Terra di fronte ai cambiamenti climatici.

Particolare spazio sarà dato agli ambiti culturali sui quali si accentrano le domande e le necessità del cambiamento per un futuro migliore:
alla necessità del cambiamento e alla sostenibilità del modello di sviluppo
al futuro del lavoro, particolarmente dopo la pandemia;
al rapporto fra Scienza e Democrazia;
ai sistemi di protezione sociale, in primo luogo i sistemi sanitari;
alle prospettive della conquista dello spazio;
al futuro delle aree interne italiane e al futuro dei beni culturali colpiti dai terremoti degli ultimi anni;
alla Intelligenza artificiale attraverso la partecipazione di relatori e relatrici, tutti giovani al disotto di 35 anni;
al rapporto fra Scienza e Religioni, in particolare sul tema della sostenibilità;
ai temi danteschi collegati direttamente alla Scienza e alla Filosofia.

Si terranno complessivamente 60 conferenze, tutte on line, delle quali 10, al mattino dei giorni dal 20 al 24 aprile, riservate alle scuole.

Festa di Scienza e di Filosofia Virtute e Canoscenza del 2021 sarà aperta dalla conferenza del prof. Enrico Giovannini, Ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, che dialogherà con Monsignor Carlo Maria Polvani, sottosegretario aggiunto del Pontificio Consiglio della Cultura. Saranno protagonisti delle conferenze i referenti scientifici, presidenti e rappresentanti degli Enti di ricerca italiani e delle Università che hanno concesso il patrocinio, dell’Accademia dei Lincei, numerosi scienziati e scienziate, filosofi e filosofe, giornalisti scientifici.

I giovani saranno ancora i protagonisti di Festa di Scienza e di Filosofia – Virtute e Canoscenza, pur nelle difficoltà operative derivanti dalle misure di prevenzione dei contagi da Covid 19.: ne sono gli Ambasciatori, saranno animatori e diretti protagonisti di iniziative e cureranno l’organizzazione di attività e servizi necessari per la realizzazione di Festa di Scienza e di Filosofia -Virtute e Canoscenza.

Per le note ragioni legate alla diffusione della pandemia non sarà possibile proporre l’appuntamento di Experimenta, tradizionale contenitore di attività didattiche, rivolte ad ogni fascia di età.
Saranno comunque trasmesse le immagini di esperimenti scientifici relativi a diversi ambiti, realizzati dal Laboratorio di Scienze Sperimentali, nell’ambito delle attività della Web Tv che accompagnerà e arricchirà l’edizione on line di Festa di Scienza e di Filosofia di quest’anno.

Hanno concesso il patrocinio scientifico:
il Consiglio Nazionale delle Ricerche;
l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare;
l’Istituto Nazionale di Astrofisica;
l’Agenzia Spaziale Italiana;
l’Istituto Italiano di Tecnologia;
il Gran Sasso Science Institute;
l’Università degli Studi di Perugia;
l’Università per stranieri di Perugia;
l’Università degli Studi di Genova;
l’Università degli Studi di Camerino.

La prossima edizione rappresenterà anche un’occasione per riproporre all’attenzione generale la possibilità della realizzazione di un sogno, condiviso da un grande numero di Associazioni e da tutte le forze politiche della Città che ospita la Festa di Scienza e di Filosofia-Virtute e Canoscenza: il Parco delle Scienze e delle Arti che il Comune di Foligno ha inserito nei progetti da realizzare nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza ed inviato alla Regione Umbria per il successivo invio al Governo Italiano.

A nome del Comitato promotore, ringrazio i collaboratori del Laboratorio di Scienze Sperimentali e i volontari che assicurano la possibilità di realizzare la Festa di Scienza e di Filosofia; le scuole e i loro dicenti e studenti, le Associazioni che hanno collaborato con il Laboratorio di Scienze Sperimentali mettendo a disposizione la loro credibilità e organizzazione a livello nazionale; le Istituzioni, gli Istituti di Credito e le aziende private, anche non operanti in Umbria, che hanno sostenuto il Laboratorio di Scienze Sperimentali nell’organizzazione di Festa di Scienza e di Filosofia-Virtute e Canoscenza, in modo particolare quest’anno, in presenza di rilevanti difficoltà.

“Mondializzazione degli scambi, società dell’informazione, progresso scientifico e tecnico… Ogni giorno possiamo renderci conto dei cambiamenti prodotti da questi fenomeni. In seno all’impresa essi conducono a nuove forme di lavoro. A scuola esigono nuove forme di sapere. Nella vita di tutti i giorni modificano le abitudini…”

Pierluigi Mingarelli
Direttore
Laboratorio di Scienze Sperimentali di Foligno